PAOLO MELLANO

Download the vcard Photo

Full Professor

Head of Department (Department of Architecture and Design)
Member (Academic Senate)
Componente Comitato di Ateneo per la ricerca (Comitato di Ateneo per la ricerca, il trasferimento tecnologico ed i servizi al territorio)
Componente Comitato Esecutivo della Scuola di Master e Formazione Permanente (Specialising Master’s Programmes and Lifelong Learning School)
Componente Commissione Didattica (Commissione Didattica)
Componente Commissione istruttoria CARTT (Commissione per la valorizzazione del Patrimonio Bibliotecario, Archivistico e Museale)
Member of Interdepartmental Center (FULL - Future Urban Legacy Lab)

+39 0110906376 / 6376 (DAD)

+39 0110906577 / 6577 (DAD)

Paolo Mellano born on August 24th, 1963; architect from 1988, in 1989 with Flavio Bruna he founded the study of architecture “Bruna & Mellano”, which has made numerous experiences of design.

They take part in numerous competitions for architects, obtaining awards and reports.

They are invited to Exhibitions and Conventions of Architecture.

Paolo Mellano has been teaching fellow at Politecnico di Torino since 1995. He has been Professors' Representatives in the Presidence Council of the 2nd Faculty of Architecture, assistant president of the Master of Science in Architecture (Environment and Landscape) at the 2nd Faculty of Architecture, assistant director of the research and educational centre CESMO, of Politecnico di Torino (Mondovì's seat), vice-dean of the 2nd Faculty of Architecture, to coordinate the bachelor in Architecture (interfaculty); Directtor of the Degree in Architecture; member of the Board of Governors of Politecnico di Torino.

In 2015 he was elected Head of the Department of Architecture and Design, and member of the Academic Senate.

His teaching are focused in the following courses:

- Architectural and Urban Design

- Laboratory of Urban and Landscape Design.

He is coordinator of the International Workshop in architectural design and landscape design at the Master of Science in Architecture.

He is a member of a researcher group including academic researchers and PhD students operating in the following research areas:

- Urban design

- Architectural and landscape design

- Alpine architecture

- Urban regeneration and environmental improvements.

He authored more than 220 publication in the above fields.

The academic skills developed through the research experiences are the background for the applied research.

He has been actively taking part in several research projects involving public and private administrations in the field of the urban regeneration and environmental improvements

Scientific branch ICAR/14 - COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E URBANA
(Area 0008 - Ingegneria civile e Architettura)
Curriculum Curriculum file application/pdf (23 KB)
Identifiers ORCID: 0000-0003-1025-8403
Scopus Author ID: Paolo Mellano
Google Scholar ID: Paolo Mellano
Research topics
  • La Cultura della Città, progetto di internazionalizzazione della ricerca finanziato dalla Compagnia di San Paolo di Torino, in partnership con l'Universidad de Los Andes e la Pontificia Universidad Javeriana, entrambe di Bogotà (Colombia) per condividere e scambiare strategie per la comprensione e la trasformazione del paesaggio urbano contemporaneo.
  • IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE MILITARI IN AMBITO URBANO.
 La configurazione attuale delle città italiane risale a molto tempo fa, essendo il risultato di azioni motivate da esigenze sociali ed economiche che a volte sono piuttosto diverse da quelle attuali. Per una lunga serie di motivi, il libero operare delle forze di mercato consente un adeguamento solo parziale dell’utilizzo delle aree e degli edifici alle nuove esigenze. E’ quindi molto importante che ci si ponga il problema di come utilizzare le aree e gli edifici esistenti, particolarmente quelli di proprietà pubblica, per consentire agli operatori economici di attuare nuove iniziative economiche. La fase di riflessione e di analisi è cruciale, e deve coinvolgere il settore pubblico ed anche gli operatori privati. All’interno di ogni città, occorre individuare le aree che possono essere riqualificate, ed immaginare nuovi progetti, con ricadute positive per chi li attua ma anche per la collettività. In una fase di crisi economica quale quella attuale, è cruciale che l’operazione che modifica l’utilizzo del territorio si ponga innanzitutto il problema della crescita. L’utilizzo appropriato delle aree e degli edifici può consentire di liberare risorse di grande importanza e contribuire in modo concreto a far ripartire un processo di crescita e ad alleviare il fenomeno della disoccupazione. 
 E’ importante individuare percorsi condivisi tra tutte le amministrazioni interessate che possano portare a soluzioni concrete che da un lato consentano la riqualificazione di aree non più utili ai fini istituzionali a cui erano state destinate e dall’altro lato permettano una rivisitazione del tessuto urbanistico delle città con benefici organizzativi, sociali ed anche economici per la collettività. 
 In questo momento storico, strutturare un processo che consenta di individuare soluzioni che facciano conseguire risultati positivi a tutti gli “attori,” interessati da questi argomenti, risulta essere quasi necessario nella considerazione di dare un grosso impulso e, soprattutto, di concretizzare il tema della riqualificazione delle aree urbane non più utilizzate; tema da troppi anni oggetto di discussioni e disquisizioni di ogni genere ma con pochi, pochissimi risultati concreti. 
 In merito può essere vincente l’idea di coinvolgere il mondo accademico-scientifico per effettuare sull’argomento, in particolare sulle aree militari, studi, attività di ricerca scientifica e magari costituire quello che si potrebbe definire una officina delle idee per individuare soluzioni che portino a risultati concreti e utili per tutti. 
 E’ in questa direzione che è stata avviata la collaborazione tra il mondo della Difesa e il Politecnico di Torino per promuovere studi, ricerche, approfondimenti e discussioni tra studenti, professori, rappresentanti della difesa, del Demanio e dell’economia e con il coinvolgimento delle città, del Ministero della Difesa, del Demanio, della Direzione regionale BB.CC. e paesaggistici del Piemonte, dell’Economia e dei due Politecnici di Torino e Milano. Saranno fatte valutazioni e considerazioni in merito alle aree da riqualificare e a quelli che potrebbero essere i percorsi più virtuosi per raggiungere risultati tangibili e utili per tutti. 
 L’iniziativa è stata patrocinata anche dall’ANCI.
Skills and keywords

ERC sectors

PE8_3 - Civil engineering, architecture, maritime/hydraulic engineering, geotechnics, waste treatment PE8_3 - Civil engineering, architecture, maritime/hydraulic engineering, geotechnics, waste treatment SH5_8 - Cultural studies, cultural identities and memories, cultural heritage SH5_8 - Cultural studies, cultural identities and memories, cultural heritage PE8_11 - Sustainable design (for recycling, for environment, eco-design) SH2_9 - Urban, regional and rural studies SH2_9 - Urban, regional and rural studies

SDG

Goal 3: Good health and well-being for people Goal 11: Sustainable cities and communities

Keywords

Abitare Architettura Città Paesaggio Progetto Quinta dimensione dell'architettura
Scientific responsibilities and other assignments

Awards and Honors

  • PREMIO GIOVANI ARCHITETTURA - 2003 conferred by Accademia Nazionale di San Luca, Roma, Italy (2003)
  • PREMIO REGIONE PIEMONTE PER IL RECUPERO DELLA QUALITA' DEL PAESAGGIO MONTANO conferred by Regione Piemonte, Italy (2004)
  • Piranesi Prix de Rome conferred by Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia, Italy (2018)
  • Bando Borghi Abbandonati 2019 - STUDI DI FATTIBILITÀ PER IL RECUPERO DEI BORGHI ABBANDONATI conferred by Fondazione Sicilia, Italy (2019)

Fellowships

Editorial boards

  • CONDIVISIONI. Studi e ricerche sul patrimonio difensivo e militare (2021-), Scientific Committee member
  • QUADERNI DI STORIA DELLA COSTRUZIONE (2021-), Scientific Committee member
  • PIRANESI PRIX DE ROME. LECTIONES MAGISTRALE (2018-), Director
  • LA CULTURA DELLA CITTÀ (2018-), Director
  • FESTIVAL DELL'ARCHITETTURA MAGAZINE (2018-), Scientific Committee member
  • ARCHALP (2018-), Director
  • ARCHITETTI ITALIANI DEL NOVECENTO (2018-), Scientific Committee member
  • AION (2009-), Director
  • GUARDARE FUORI (2003-), Director
  • D'A. D'ARCHITETTURA (2002-), Director
  • (2001-), Director
  • View more

Management or scientific roles in Research Institutes

  • Direttore del Dipartimento di Architettura e Design - secondo mandato - Politecnico di TORINO (2019-2023)
  • Direttore del Dipartimento di Architettura e Design - Politecnico di TORINO (2015-2019)

Conferences

  • Cultural heritage and Urban welfare. PNRR (National Recovery and Resilience Plan), strategies, plans and projects for the regeneration of the contemporary city/ Università degli Studi di Roma "La Sapienza", Italia, 22-24/6/2022, Program committee
  • III Congreso Internacional "Cultura y Ciudad": "Arquitectura y Paisaje. Transferencias históricas. Retos contemporáneos"/ Area de Composición Arquitectónica Universidad de Granada, Spagna, 26-28/1/2022, Program committee
  • Idee per la riqualificazione e rifunzionalizzazione delle caserme dismesse in ambito urbano, Program chair
  • Quattro secoli dopo il Grand Tour: un viaggio in Italia alla scoperta di nuovi paesaggi (Berlino - Palazzo Italia), Program chair

Other research or teaching roles outside Politecnico

  • Visiting Professor at Pontificia Universidad Javeriana di Bogotà (3/3/2018-6/3/2018)
  • Visiting Professor at Universidad de los Andes (1/7/2017-22/7/2017)
  • Visiting Professor at École Nationale Supérieure d'Architecture de Grenoble (14/1/2008-28/3/2008)
  • Visiting Professor at Technische Universität Wien (1/10/2006-25/1/2007)

Roles as evaluator or expert

  • REPRISE. 2020
    MIUR.

Research networks

Other titles

  • membro commissione ASN per SC 08/D1 - Progettazione architettonica (2016-2018)
  • PRESIDENTE DELLA CUIA - Conferenza Universitaria Italiana di Architettura (2022-2023)

Non-commercial collaboration agreements

  • Politecnico e il Monastero Ortodosso degli Angeli si impegnano reciprocamente ad instaurare rapporti di collaborazione istituzionale e scientifica per iniziative riguardanti attività di ricerca scientifica e di formazione nell’ambito di aree disciplinari connesse ai settori della riqualificazione e rigenerazione delle aree interne, quali la borgata di Ruginenta nel Comune di Borgomezzavalle (VB) di proprietà del Monastero ed il suo futuro sviluppo., (2020-2023) - Responsabile Scientifico

    Non-commercial collaboration agreements

    Countries

    • ITALIA

    Departments

  • Atto aggiuntivo modificativo all'accordo di collaborazione su temi di ricerca e formazione nell'ambito dell'ingegneria e dell'architettura stipulato il 3.12.2014 tra il politecnico di Torino e il ministero della Difesa.accordo n 314/2014, (2019-2022) - Personale interno di riferimento

    Non-commercial collaboration agreements

    Countries

    • ITALIA

    Institutes/Companies

    • Ministero della Difesa
  • Accordo di Collaborazione nella ricerca scientifica e nella diattica nel settore tecnico-infrastrutturale connesso agli immobili del Ministero della Difesa presenti nel territorio della Provincia Autonoma di Bolzano, (2017-2021) - Membro di Comitato

    Non-commercial collaboration agreements with public institutions

    Countries

    • ITALIA

    Institutes/Companies

    • Ministero della Difesa
    • PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
    • AGENZIA DEL DEMANIO
    • LIBERA UNIVERSITÀ DI BOLZANO