RICCARDO PALMA

Scarica il contatto come vcard Foto

Professore Associato (L.240)

+39 0110906514 / 6514 (DAD)

Riccardo Palma, laureato in Architettura al Politecnico di Milano e PhD presso lo IUAV di Venezia, è Professore Associato in Composizione architettonica e urbana (ICAR 14) presso il Dipartimento di Architettura e Design (DAD) del Politecnico di Torino, dove svolge attività di ricerca e di insegnamento nel campo della progettazione architettonica. È inoltre membro del Collegio Docenti del Dottorato di Ricerca in Architettura Storia e Progetto (DASP) del Politecnico di Torino. Le sue ricerche si incentrano sulla teoria del progetto di architettura e sui rapporti tra architettura, cartografia e geografia dei luoghi, con una particolare attenzione alle architetture dedicate alla mobilità ciclistica

Settore scientifico discliplinare ICAR/14 - COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E URBANA
(Area 0008 - Ingegneria civile e Architettura)
Curriculum File del curriculum application/pdf (373 KB)
Identificativi ORCID: 0000-0002-4507-8456
Linee di ricerca
  • Architetture per la ciclabilità
  • Teoria del progetto di architettura
  • Cartografia e figure del progetto di architettura
Competenze

Settori ERC

PE8_3 - Civil engineering, architecture, maritime/hydraulic engineering, geotechnics, waste treatment

SDG

Goal 11: Sustainable cities and communities

Parole chiave libere

Mobilità sostenibile Progettazione architettonica
Responsabilità scientifiche e altri incarichi

Premi e riconoscimenti

  • PAN Ardito Desio (Paesaggio, Architettura, Natura) conferito da IPSAPA, Associazione Interregionale Partecipazione e Studi in Agribusiness Paesaggio e Ambiente, Italia (2010)

Partecipazioni scientifiche

Accordi collaborativi non commerciali

  • Le Parti si impegnano a costituire un Comitato Tecnico Scientifico (CTS) avente il compito di:- definire un quadro di riferimento integrato della rete nazionale di canali e corsi d’acqua con la rete di ciclovie regionali e nazionali già realizzate o previste negli strumenti di pianificazione territoriale;- definire un abaco per ogni Regione o ambito di bacino idrografico nel quale siano riportate le procedure di manutenzione ordinaria e straordinaria, la normativa vigente relativa al rischio idraulico, le condizioni di percorribilità cicloturistica nelle strade alzaie, in sommità arginale e in aree golenali; - redigere un documento finalizzato a definire un modello unico nazionale di gestione in sicurezza delle ciclovie lungo i corsi d’acqua da conciliare con le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria dei medesimi., (2020-2022) - Responsabile Scientifico

    Accordi collaborativi non commerciali

    Paesi coinvolti

    • ITALIA

    Strutture interne coinvolte

  • Le Parti si impegnano a sviluppare rapporti di collaborazione istituzionale al fine di identificare, promuovere e sviluppare iniziative e programmi di ricerca congiunti, finalizzati a condividere conoscenza, esperienze e studi su temi diinteresse tecnico-scientifico connessi alla definizione, progettazione ed attuazione di sistemi di mobilità sostenibile, in particolare rispetto a quelli della modalità ciclabile, nonché allo sviluppo della mobilità in bicicletta e alla realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica., (2019-2021) - Responsabile Scientifico

    Accordi collaborativi non commerciali

    Paesi coinvolti

    • ITALIA

    Strutture interne coinvolte